Didattica

Scuola di Atene

Il metodo di insegnamento proposto da Aristotele e perseguito nella Scuola di Atene si è rivelato nel tempo un modello educativo particolarmente efficace e suggestivo che ha influenzato la didattica e la filosofia dell’educazione fino ai giorni nostri. Il suo approccio alla filosofia e alla scienza era basato sulla razionalità e sull’osservazione empirica, entrambi strumenti fondamentali per lo sviluppo della conoscenza e della ricerca scientifica.

Il metodo di Aristotele prevedeva l’utilizzo della dialettica, ovvero un metodo di discussione e di confronto delle idee, che è ancora oggi considerato un modo efficace per promuovere la conoscenza e lo sviluppo delle capacità critiche e logiche degli studenti.

Pare che il maestro ponesse un problema e invitasse gli allievi a proporre delle soluzioni, che successivamente venivano sottoposte ad esame e a tentativi di confutazione, con l’obiettivo di individuare la tesi più attendibili e convincente. Dopo tutto i migliori insegnanti sono proprio coloro che ti mostrano dove guardare ma non ti dicono cosa vedere. Sembra che vi fosse grande libertà nel proporre tesi diverse e contrastanti, senza eccessive preoccupazioni di ortodossia.

Modello Hacker

Il modello hacker è basato sulla cultura della condivisione di conoscenze e della collaborazione per trovare soluzioni innovative ai problemi e per sviluppare nuove tecnologie, senza alcun interesse finanziario o personale.
Il modello hacker può essere applicato in vari settori, come l’informatica, la scienza, l’arte e la politica. Tuttavia, è importante distinguere tra gli hacker etici, che utilizzano le loro abilità per scopi legittimi e costruttivi, e gli hacker illegali, che cercano di violare la sicurezza informatica e causare danni a scopo personale o finanziario.
In generale, il modello hacker è basato sulla collaborazione, sulla creatività e sulla condivisione delle conoscenze, ed è stato alla base di molti progressi tecnologici degli ultimi decenni.

Forme della didattica

1. Lezione attiva
2. Laboratorio
3. Workshop

Momenti della didattica

1. Warm Up
2. Condivisione dei Saperi
3. Esercitazioni
4. Decompressione
5. Valutazione
6. Circolarità